Che ci sarà nell’uovo di Pasqua ?!?!

DSC_0913

Anche quest’anno ormai ci siamo..da settimane che nei grandi supermercati, nelle vetrine delle pasticcerie e tra le mensole di prodotti casalinghi, troneggiano ovunque uova di Pasqua di qualunque genere..
Che siano di cioccolato o semplicemente gusci decorati ripieni di sorprese, a Pasqua, se c’è una cosa che non può mancare è proprio il tanto amato ovetto da spaccare prima e, se possibile, mangiare poi!
Da piccola, la gara con le mie sorelle era quella di chi avesse l’uovo più grande!
Perché l’idea ovviamente era “Più l’ uovo è grande,più la sorpresa sará speciale!”
Peccato che la maggior parte delle volte…non era affatto così…
Sono sempre rimasta così male per le sorprese che trovavo… minuscoli ciondolini finto argento, bamboline o mini giochi di società da costruire che immancabilmente finivano sulla mensola in camera insieme alla miriade di “cianfrusaglie”, così le chiamava mia mamma, che aumentavano a dismisura in un batter d’occhio !

Col passare degli anni poi, probabilmente volendo diminuire la quantità di cioccolato conservata nella carta dell’uovo più grande, le uova “fai da te”, quelle di decorate di cartone da riempire con quel che vuoi, han preso posto alle tanto amate choco eggs.. e da lì, devo ammettere, che le sorprese iniziavano finalmente ad essere delle vere sorprese.. mi ricordo di un orologio colorato che andava di moda quando ero piccolina, braccialetti ed orecchini visti in qualche vetrina.. per qualche anno c’erano anche le uova “ricche”.. quelle che aprivi e trovavi addirittura le tanto amate “diecimilalire”.. !!! Che si moltiplicavano insieme a quelle dei nonni, delle nonne, zie, zii e parentela via dicendo..

Ah si.. quelli si che erano veri anni “dalle galline d’oro” !!! ^.^

Come per tante cose, bisognerebbe essere obiettivi e ammettere che ormai, per l’uovo di Pasqua.. io sono grande.. quindi dovrei semplicemente pensare a regalarlo al mio nipotino ( che tra l’altro sta diventando grande anche lui !!..) …

Ma da eterna “bambinona”.. come del resto mi chiama sempre papà.. ( per un papà le sue figlie, anche a 40 anni ,saranno sempre le sue “bambine”.. non si dice così ?) .. non mi vergogno di dire che io l’uovo di cioccolato, lo voglio ancora ! Che Pasqua sarebbe senza scusate ?!?!?

E vi dirà di più..l’uovo che voglio io è quello fuori al cioccolato e dentro ricoperto di cioccolato bianco.. l’unico che si trova tutto l’anno in versione “mignon” per interderci…

Capito in famiglia ?!?!.. chi ha orecchie per intendere intenda !!

Un po’ di dolcezza del resto, è sempre ben accetta.. poi Pasqua si sa, è un po’ come Natale.. un gustoso e succulento pranzo da riempire i panciotti non può che esser concluso da un altrettanto gustoso pezzettino di cioccolato…

Già lo so, la settimana prossima sarà delirante per me perché, come vi avevo raccontato l’anno scorso in questi articoli, PASTIERA e CASATIELLO  , la tradizione di casa Boldi vede comparire magiche pastiere, immancabili e per un esercito come sempre e il tanto amato Casatiello Napoletano.. e chi le fa in casa, sa perfettamente quanto sia lungo il procedimento per entrambi !!.. Quindi.. niente impegni per il fine settimana.. la Cipollina è impegnata in cucina !!!

Però detto in tutta sincerità, non vedo l’ora perché ogni anno, riuscire a farli è una vittoria !! Quindi.. yess che arrivi presto Pasqua !!

Chi però volesse portare un po’ di dolcezza sulla tavola di Pasqua, magari anche in maniera come dire, simpatica.. ma non ha tempo di cimentarsi nella Pastiera.. un’ idea potrebbe essere quella di fare dei biscottini al cioccolato decorati.. non è complicato amici.. basta procurarsi delle formine che ricordino la Pasqua ( a forma di uova e coniglietto son quelle che ho trovato io) , della pasta da zucchero, perline decorative, tanta fantasia e voilà.. il gioco è fatto…

DSC_0860

In alternativa, degli ovetti al cioccolato ripieni di una gustosa crema al mascarpone e cioccolato bianco… mmmmh… la bontà !!!

Che poi i biscottini possono diventare anche alternativi segna posto o decorazioni per la tavola..

Per i biscottini qua la ricetta : ( ottima anche per fare la base di frolla per le crostate)

scorza di un limone

80 gr zucchero

300 gr farina 00

1 uovo

1 tuorlo

130 gr burro morbido

1 cucchiaino di lievito vanigliato

1 cucchiaino di cacao amaro in polvere ( facoltativo)

Procedimento :

In un mixer ( io ho usato il Bimby) mettere la scorza del limone insieme allo zucchero e tritare per circa 20 secondi.

Aggiungere gli altri ingredienti e ottenere un composto omogeneo.

Mettete la frolla ottenuta nella pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per almeno 15/20 minuti.

Una volta trascorso il tempo dovuto, lavoratela con un matterello stendendola su un piano infarinato e, con le formine per biscotti che avrete a disposizione, formate i vostri biscotti.

Forno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti. Una teglia rivestita di carta forno, i biscotti in fila e via a cuocere.

Lasciateli raffreddare e a questo punto con la pasta da zucchero, la gelatina, le decorazioni e tutto quello che avete a disposizione, via col divertimento !!!

 

Per gli ovatti ripieni di cioccolata bianca e mascarpone invece…

Uova di cioccolato medio-piccolo formato

250 gr mascarpone

200 gr cioccolato bianco

100 ml panna

Procedimento :

Sciogliamo il cioccolato bianco a bagnomaria e aggiungiamo un po’ alla volta la panna. Bisogna ottenere una crema liscia e omogenea, come sempre.

Facciamola raffreddare ed intanto in una ciotola a parte mettiamo il mascarpone iniziando a lavorarlo con la frusta incorporando la crema raffreddata.

Quando il tutto sarà ben mescolato,prendiamo le nostre uova di cioccolato, le  apriamo molto delicatamente  usando, se possibile un piccolo bisturi da cucina e le riempiamo con la crema preparata… la bontà ?? La bontà ?!?!!?

 

Che sia una dolce Pasqua per tutti !!!!

DSC_0906 03

 

 

E’ Primavera.. tempo di picnic !!

Dai,ormai lo possiamo dire..al 21 marzo mancano pochi giorni..ma ci siamo,la Primavera è FINALMENTE arrivata..anzi..oggi pare addirittura estate !!
Siiiiii amici!!! Come son contenta…alzarsi ed aprire le finestre e vedere il sole..l’avrò forse già detto una miriade di volte ma non posso che ripetere che io,son decisamente metereopatica!!!!!
L’umore mi cambia proprio da cosí a cosí!!!

Tempo di primavera, solitamente tempo di grandi pulizie.. in questo caso, almeno per ora, le pulizie possono attendere, tempo di rivedere un po’ le ricette di tutti i giorni !! L’ultimo mese è stato alquanto monotono in cucina, un sacco di cose da fare e poco, pochissimo tempo per stuzzicare con nuovi sapori l’appetito ed il palato ahimè.. solite verdurine, soliti petti di pollo, bistecche , torte e dessert.. devo ammettere che non sono stata molto in vena di cucinare..

Ma quel che mi piace di me, è anche questo.. il sapermi ripetere per giorni interi, settimane alle volte e poi così, all’improvviso sbizzarrirmi in quattro e quattr’otto mettendomi ai fornelli senza uno straccio di idea e preparare un super pranzetto diverso dal solito !

Ci sono anche quelle volte poi, in cui improvvisamente, senza avere colpi di genio degni di Einstein il neurone che mi gira in tempo, risfodera quel piatto che ti piaceva tanto e che, senza sapere perché , non cucini più da una vita !! E’ mai capitato anche a voi ??

Così il weekend appena passato, complice il bel tempo che ci sta accompagnando, ho preparato piatti da pic nic, piatti semplici, ma soprattutto colorati e un po’ “diversi” dal solito gustati alla grande e della serie ” Faccio il Bis!”.

Dico piatti da pic nic in quanto, qualora, aveste in mente di farne uno, potrebbe essere presenti nei vostri cestinetti.. in realtà non ho fatto nessun pic hic accipicchia… anzi.. in tutta sincerità.. sapete che in tutta la mia vita non ho mai fatto un picnic ?!?!

Eppure c’è da dire che sono praticamente nata in campagna, circondata dai verdi praticelli tipo Heidi.. posti per fare picnic ce ne sono a non finire.. a pensarci bene, com’è possibile che non ne abbia mai fatto uno ?!?!?!

Alt.. devo rimediare !! Al più presto !!!

L’idea di preparare tante cose buone da mangiare, organizzando con una simpatica combriccola di amici e ritrovarsi sotto fresche frasche bevendo, mangiando e ridendo come si vede nei film.. è esaltante !! Una bella pennica dopo aver riempito i panciotti, magari appoggiati al tronco del grande salice piangente, col venticello che ti coccola e un cappello di paglia che ti copre il viso… ciaaaaooooo… che immagine…. da bolla alla bocca talmente può risultare rilassante !!!!

Basta è deciso.. prossimo weekend si va di picnic !! Chi viene con me ?!?!?

Cosa portare ?

Ecco cosa proporrei :

PENNE RIGATE CON CIPOLLA ROSSA E POMODORINI-INI-INI

DSC_0635Ingredienti x 4 :

320 gr penne rigate

1 cipolla rossa tagliate a fettine 

200 gr pomodorini croccanti

olio extra vergine

sale

pepe q.b.

Procedimento : 

Mettere a bollire abbondante acqua salata, a parte tagliare a fettine la cipolla rossa, i pomodorini tagliarli in 4, mettere tutto insieme e condire il tutto con abbondante olio extra vergine di ottima qualità, regolando di sale ( e pepe chi volesse).

Cuocere la pasta per il tempo indicato, scolare al dente, riporre la pasta in una padella, accendere il fuoco, versare il condimento con cipolle e pomodorini, ripassare qualche minuto in padella e voilà.. il piatto è pronto da essere gustato sia caldo che freddo !!

Altra ideuzza sfiziosa e decisamente diversa dal solito.. si tratta di un’insalata.. che si mangi all’inizio o alla fine di un pasto sinceramente non saprei.. so solo che l’ho scovata in una rivista di cucina americana.. una di quelle riviste dove propongono “Healthy Food” .. cibo salutare.. gli ingredienti son decisamente buoni.. che sia una ricetta un po’ fuori dal normale, proprio da Americani insomma, ce l’ha tutta !! Provatela ( magari prima di proporla a degli ospiti, fatela per voi.. :)

E’ bella e colorata ed i sapori, tutto sommato, si mischiano tuttavia bene tra loro..

INSALATA DI POMPELMO ROSA, CIPOLLA ROSSA, MENTA E MIELE

DSC_0597

Ingredienti per 6 :

4 pompelmi rosa sbucciati e tagliati a fette

1 piccola cipolla rossa tagliata a fettine sottili

3 mazzetti di foglioline di menta fresca lavate e asciugate

2 cucchiai di succo d’arancia

2 cucchiai di olio

miele millefiori

2 manciate di chicchi di melograno ( io non l’ho trovato.. ho sostituito con del ribes !)

Procedimento :

In una terrina, o in un piatto di portata, mettele le fette di pompelmo sbucciate e private di eventuali semi, aggiungete le fettine di cipolla rossa, foglioline di menta fresca, il succo d’arancia, l’olio e il miele nella quantità desiderata.

Infine, guarnite con i chicchi di melograno.

Ultima,ma solo per oggi, ricetta per concludere questo pranzetto da picnic..

CROSTATA AL MASCARPONE CON PRUGNE, AMARETTI E VANIGLIA

DSC_0651

Ingredienti :

1 dose di pasta frolla (80 gr zucchero – 1 uovo – 1 tuorlo – 300 gr farina – 80 gr zucchero – la scorza di un limone grattugiata – 130 gr burro morbido – 1 cucchiaino di lievito vanigliato)

5 prugne rosse tagliate a fette e private del nocciolo

4 cucchiai di zucchero di canna

1 aroma vaniglia

2 manciate di amaretti sbriciolati

1 cucchiaino di cannella in polvere

250 gr mascarpone

2 1/2 cucchiai di zucchero a velo

il succo di 2 arance rosse

2 cucchiai di mandorle tostate

Procedimento:

Preparate la dose per la pasta frolla ( in un mixer mettete la scorza grattuggiata del limone insieme allo zucchero e tritate , poi aggiungete farina, burro morbido, uova e lievito e mescolate nuovamente il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo . Pellicola trasparente e riporre in frigo per circa 15 minuti ).

Accendete il forno a 200 gradi, rivestite una teglia per la crostata con della carta forno o in alternativa imburratela ed infarinatela.

Stendete la pasta frolla e ricoprite la teglia.

Ricopritela con carta forno e cuocetela coprendola con dei fagioli per circa 15 minuti.

Togliete i fagioli, la carta forno e abbassate il forno a 190 gradi.

Cuocete ancora la frolla per 5 minuti.

Togliete dal forno e lasciate raffreddare.

In una teglia mettete le prugne tagliate a fettine, cospargete lo zucchero di canna, l’aroma di vaniglia, gli amaretti sbriciolati, il cucchiaino di cannella in polvere ed infine il succo d’arancia e infornate per 30 minuti.

Lavorate intanto il mascarpone con lo zucchero a velo.

Quando la frolla si sarà raffreddata e le prugne avranno finito la loro cottura e saranno tiepide, versate la crema di mascarpone nella frolla, adagiate le fettine di prugne.

Il succo che sarà avanzato dalla teglia delle prugne, restringetelo un po’ sul fuoco ed infine versatelo sulla vostra crostata.

Guarnite con delle mandorle tostate a scaglie .

Zucchero a velo a piacere.

E la bontà ?!?!

Tanta buona pappa a tutti voi !!!

Si fa presto a dire.. pesto !!

Questo è il periodo de “la prima volta che..”  (vecchio penultimo post sul pane fatto in casa, per la prima volta!)  .. sto difatti riscoprendo la genuinità di fare determinati prodotti in casa .. ovvio.. ci sono alcune cose che ok, ci stanno se comprate già pronte all’uso, o comunque sia veloci da cucinare.. gli ” aiutini” fan sempre comodo.. però in effetti, mi rendo conto che tante volte compriamo dei prodotti già pronti anche semplicemente per risparmiare tempo, magari anche convinti che comprare tutti gli ingredienti per fare quel prodotto ci costi di più e soprattutto pensando… “Tanto non mi verrà mai bene come quello che compro già fatto!”… AAAAALT !! 

Non è vero !! Niente di più sbagliato ! Semmai è tutto il contrario.. se fatto in casa.. se fatto con Amore.. verrà addirittura meglio !!

Parola di giovane scout !! ( Giovane.. per modo di dire.. gulp !!).

La verità è che, e mi ci ficco pur’io in questa cerchia, siamo un insieme di svogliati pigroni che ” Non hanno tempo per preparare il sughetto fatto in casa”.. e balle simili… avanti.. siate sinceri.. appartenete anche voi a questa categoria.. lo so.. mica bisogna vergognarsi.. nobody’s perfect !! 

Bene.. siamo degli sciocchini sapete ? 

Non ci vuole niente difatti a fare preparazioni super facili in quattro e quattr’otto !! Un esempio su tutti ? 

Il pesto fatto in casa !!

Che figata farlo in casa !!

.. ops..  mi son fatta prendere dall’euforia.. che MERAVIGLIA.. il pesto fresco e appena fatto.. tutta un’altra storia amici !!

Volevo morire quando ho aggiunto tutto quell’olio se devo essere sincera… però.. il sapore.. che sapore !!

Altro che pesto già pronto !!

No, no, no.. da oggi in poi.. pesto fresco e stop , due linguine o trofie che siano e via.. pappa buona !! Anzi.. buonissima !!!

Pigroni all’ascolto, bando alle scuse.. i fornelli chiamano.. 3, 2, 1.. viaaaa !!!!

Clicca sulla foto per andare alla ricetta delle mie …. 

linguine

 

 

Un “Bimby” è per sempre !

Amici eccoci sempre qui.. un’altra settimana sta ormai giungendo al termine e finalmente, il weekend è alle porte.

Se tutto andrà come deve andare, tempo un paio di settimane e la primavera, quella vera, inizierà a fare il suo ingresso anche per quest’anno.. le giornate inizieranno ad allungarsi e il panorama si colorerà di tutti i colori dei fiori e delle piante che già cominciato a dar segno di vita con i loro piccoli germogli..

E in un battibaleno, ci ritroveremo “tutti al mare, tutti al mare, a mostrar le chiappe chiare” !! … aiuto, aspetta.. rewind.. non sono ancora pronta ad immaginarmi in costume. No, decisamente no.

Oggi ho voglia di raccontarvi la mia prima esperienza in fatto di “prodotti lievitati”.. non i classici che si possano pensare, o meglio che a me verrebbero subito in mente, come torte, plumcake, muffin & co. Bensì oggi vi parlo del mio PRIMO PANE fatto in casa !!!

paneIn effetti, mi sento un po’ una tardona se devo essere sincera.. in fondo.. ridursi alla mia età ( che tra l’altro.. son diventata più vecchia proprio qualche giorno fa.. ) , per un’amante della cucina come me, a fare SOLO ora il pane casalingo e non averci mai provato prima mi fa un po’ arrossire.. però, come si dice.. “meglio tardi che mai”.. giusto ?

Mi son decisa ! Finalmente mi son decisa e si, ci ho provato. E devo dire che, tutto sommato, per essere la prima volta, il risultato è stato più che soddisfacente.

Il merito a questa mia decisione va però all’arrivo in casa circa una quindicina di giorni fa,  di lui.. il marchingegno più fetente ( nel senso buono) e completo di tutti i marchingegni si possano desiderare.. a casa mia è arrivato il Bimby  .

Il Bimby, per chi non lo conoscesse, è un robot da cucina capace di preparare QUALSIASI tipo di piatto ( e quando dico QUALSIASI, intendo veramente dire QUALSIASI). Bimby difatti impasta, frulla, trita, macina, mescola,  monta, può persino cucinare la pasta, e fare cotture al vapore.. insomma.. chi ce l’ha, posso dire che potrebbe addirittura fare a meno dei fornelli tante sono le funzioni che possiede !!

Coordinato da un libro con le ricette “base” , esistono poi mille blog dove spulciarne altre mille e davvero rivoluzionare la cucina di tutti i giorni, proponendo sempre un piatto diverso dall’altro.

Io già lo conoscevo, la mia mamma difatti, anni e anni fa, aveva comprato la versione precedente a questa, ai tempi ero piccola, ed essendo un oggetto abbastanza costoso, diciamo che la mamma si guardava bene dal farmelo usare, onde evitare lo rompessi o danneggiassi ( peperina è il mio soprannome di quando ero piccola.. da qui capirete il perché di tante attenzioni a riguardo :)

Uno dei sapori che ricordo del Bimby, era questa meravigliosa e straordinariamente buona CREMA BIMBY, chiamata proprio così.. una crema pasticcera profumata alla vaniglia.. proprio perché il Bimby cuoce, la crema la puoi gustare anche bella tiepidina.. mmh.. farcirci cannoncini e sfogliatine.. la bontà !!!

Specialità del Bimby poi era la crema gianduia.. praticamente la copia, se di copia si può parlare, della più famosa crema al gianduia che tutti conosciamo.. fatta con le nocciole tritate e cotta  a 70 gradi.. non vi dico di che profumo si riempiva la casa… ah… che bei tempi quelli.. mangiare creme bimby, gianduia e quant’altro, senza sapere cosa volesse dire la parola.. esagerare.. eh già… peccato sia passato quel periodo.. e anche di un bel po’ !!!

Tornando a noi. Dicevo che questo robot da cucina già lo conoscevo, solo che, proprio perché è un aggeggio che richiede determinate attenzioni, non ricordo bene chi sia stato, ma il mio Bimby, funzionava per metà. Impastava, frullava, tritava, mescolava ecc ecc.. però non poteva cucinare un bel niente.. motivo ? Qualcuno, e ripeto, non mi ricordo CHI (sorelle e parenti stretti all’ascolto cosa vi dice la vostra coscienza ?!?!?!?!) aveva mandato a quel paese la funzione cottura azionando troppo forte la velocità del robot insieme ai gradi di cottura ( il Bimby, ora non ricordo bene, ma ti consente tot gradi di cottura ad una massima velocità di funzionamento) … da allora.. niente più creme e cremine.. soltanto l’utile uso dell’impasto.

Non so da cosa le sia scattato, ma è stata la sorella Michi (grande sister !!! ) , proprio qualche settimana fa, ad organizzare una “dimostrazione” con le venditrici del Bimby, insieme ad altre sue amiche . Due ore di dimostrazione dei mille usi di questo robot e poi… de-gu-sta-zio-ne !!!!! Si comincia con un aperitivo da bere, poi il sorbetto al limone.. si prepara un soffritto leggero di verdure.. il ragù.. si prepara l’impasto per la pizza e si finisce con LEI.. la MITICA ED UNICA.. CREMA BIMBY !!!!!! Che gioia riscoprire e risentire quel sapore.. basta ! Lo voglio !! Il Bimby che lavori con tutte le sue funzioni deve essere mio !!!!!

Rottamato il vecchio, ecco che, poco tempo fa, FINALMENTE, è arrivato !!

E da allora.. non c’è giorno che non si “sperimenti” qualcosa di nuovo.. pesto fatto in casa, purè di patate fatto in casa, sorbetto di frutta fatto in casa.. che mondo che si è aperto !!

Certo, per carità, non che chi non abbia il Bimby queste cose non le possa fare.. ma essendo un validissimo aiuto in cucina.. non dovendo “sprecare” energie tagliuzzando, impastando, mescolando e via dicendo tu, persona fisica.. lo usi ! Lo usi ! E lo usi ancora !!

Dimezzi alla grande i condimenti, puoi fare anche le pappe per i bimbi ( indovinate un pò.. il Bimby in origine prese il nome proprio perché era utilizzato per la preparazione di cibi dei piccoli ) .. insomma.. il Bimby, è un mito.

E così, oggi mi son data  alla preparazione del mio PRIMO PANE casalingo.. ho optato per la ricetta base.. ed ho aggiunto, avendo in dispensa una busta piena, semi vari, per renderlo un po’ più “rustico”.

Qua trovate la ricetta IMPASTO PANE BIMBY .

Aggiungete, se volete farlo come me, mentre reimpastate per l’ultima volta, dei semi vari, e cuocete poi in forno già caldo ( io ho usato uno stampo classico da plumcake unto con olio) per circa 40/45 min a 180 gradi.

pane3

 

Quale sarà il prossimo step ?!?!

Alla prossima amici del Blog !!!

Un anno di BLOG !!

5 febbraio 2013 – 5 febbraio 2014 : un anno di Blog !!

TANTI  AUGURI A TE !

TANTI AUGURI A TEEE !

TANTI AUGUUUURI CARO BLOOOOOOG !!!

TANTI AUGURI A TE !!!!!

candelablog

Se c’è una cosa che adoro in assoluto, è segnare in agenda tutte le date dei compleanni a me più cari !!

Quelle della mia famiglia, ovviamente, quelle della famiglia del mio Amore grande, i parenti più stretti ed infine in ultimo, ma non per importanza, quelle degli amici con la “A” maiuscola !

Ed è bello come, col passare degli anni e di conseguenza dei compleanni, volta dopo volta vedo “apparire” improvvisamente nuove date da ricordare.. come possono essere quelle dei bimbi e delle bimbe delle mie amiche da poco arrivati al mondo o di semplici “cose” che arrivano nella mia vita.. come ad esempio, il mio Blog.

Pur essendo solo un “Blog”, un diario di pagine virtuali, illustrato da fotografie per me rappresenta tutto sommato una parte nuova della mia vita.

Perdindirindina…. è già passato un anno !!!

Tutto è cominciato così , per caso, come la maggior parte delle cose che assumono una certa importanza, ma piano piano, è diventato per me , un modo speciale di condividere con il web le mie avventure che io chiamo “culinarie” ma che parlano spesso e volentieri della mia vita e di quella della mia famiglia.

E quando c’è di mezzo la famiglia, permettetemi di dirlo, tutto non può che essere ancora più importante !

Navigo su internet e mi rendo conto che, a differenza dei classici blog di cucina, in effetti non ho pubblicato chissà quante ricette.. saranno un centinaio finora.. ma ammetto che la mia intenzione, sin dall’inizio, non fosse quella di fare “a gara”  su quante ricette sarei riuscita a pubblicare,bensì il mio intento era quello ( e per questo primo anno, posso dunque ritenermi soddisfatta!) di farlo VIVERE !

Insieme anche all’aiuto che tutti voi amici blogger mi avete dato,  con i vostri “like”, le vostre condivisioni, i vostri commenti e suggerimenti ! Da una piccola e ristretta cerchia di amici, siete diventati numerosissimi !! C’è chi mi ha saputa apprezzare e chi ha preferito cambiare blog ma ad ogni modo.. giorno dopo giorno.. mi tenete compagnia e mi strappate sorrisi anche con semplici “like” , appunto, cliccati qua e la !

Tenere un blog non è per niente facile, io stessa pensavo “Massì.. scrivi due righe.. butti giù una ricetta, una foto e tac.. il gioco è fatto!”.. ahiaiaiaiaaiaiai se mi sbagliavo !! Mi sbagliavo di grosso !! Tenere un blog ( e i “possessori” di blog possono confermarlo!!) è un lavoro !!

Se fatto bene, ovviamente, ha bisogno di cure ed attenzioni tanto quanto un vero e proprio lavoro !!

Io poi.. che quando faccio le cose devo farle in maniera perfetta.. aiuto.. apriti cielo !!

Non sapete quante volte mi sia capitato di avere intenzione di pubblicare nuove ricette e poi non farlo perché la foto mi era venuta male !!

Si lo so, forse sono esagerata ma se la foto non è invitante.. non si pubblica un bel niente !! :)

Tornando al compleanno del MIO blog,si amici.. per oggi, ho voluto esagerare !!

E per farlo, ho voluto preparare la bomba, forse più bomba che conosca delle ricette di torte al cioccolato …

Siori e Siori… ma soprattutto… Mio caro Blog.. Il primo compleanno.. lo festeggiamo con una super DEVIL’S FOOD CAKE !!!! La buonissima e carichissima torta del Diavolo.. origine America se non vado errata.. mannaggia a ‘sti americani… : )

Si ingrassa solo a guardala quindi.. amicicicici.. io vi ho avvisato !!!!!

Ma una fettina, un piiiiiiiccolo pezzettino… che fai.. lo rifiuti proprio oggi  ?!?! E se poi mi si offende il Blog !?!?!?!

Suvvia.. accorrete numerosi.. qua.. ce n’è per tutti !!!!!

devil1Ingredienti :

Per le basi ( 3)

225 gr burro morbido

115 ml acqua calda

285 gr farina

285 gr zucchero

3 uova

1 bustina di lievito vanigliato

45 gr cacao amaro

Per la crema:

500 ml panna fresca

500 gr cioccolato fondente

Procedimento :

In un mixer ridurre a velo lo zucchero.

Aggiungere il burro morbido e mescolare creando una crema omogenea.

A parte, in una bacinella, versare il cacao amaro con l’acqua calda e mescolare senza creare grumi,

aggiungere poi al composto di burro e zucchero.

Unire le uova, la farina ed il lievito.

Imburrare 3 teglie rotonde di 18 cm e infornare a 180 gradi per circa 30 minuti.

Mentre le torte cuociono, in un pentolino mettere la panna e accendere il fuoco basso.

Ridurre a pezzettoni il cioccolato ed unirlo quindi alla panna.

Continuare a mescolare finchè non si sarà sciolto del tutto.

Lasciar raffreddare per circa un’ora. La consistenza della crema per la copertura deve essere densa a sufficienza, altrimenti non si riuscirà a coprire bene la torta.

Una volta trascorso il tempo dovuto, iniziate a creare la vostra Devil’s food cake.

Un piatto di portata, uno strato di torta, la crema, un altro strato di torta, ancora crema, l’ultimo strato di torta e per finire, ricoprire tutta la torta, bordi compresi con la crema restante.

Riponete in frigorifero per circa un’ora e poi…

BUON APPETITO A TUTTI !!!!!!

devil2