Ricetta alla “Detto, Fatto !!”

Amiciiiiiii del blog !!!!

Ma ciaooooo !!!

Che si dice dalle vostre parti ?!

Lo so, lo so, ho trascurato il blog per un po’ di tempo ultimamente.. anche se, non ho trascurato la mia voglia di cucinare – ed i miei vestiti, nonché le mie guanciotte ciccie, lo sanno benissimo. :)

Com’è stata la vostra estate ? Se di estate vogliamo parlare, visto il tempo che a molti ha “rovinato” le vacanze..

Le mie sono state vacanze di mare, mare e ancora mare. Un po’ italiane, per l’esattezza “adriatiche” ed un po’ spagnoleggianti.. quindi ho fatto un gran pieno sia di piadine ( la bontàààààà!!) che di sangria, paella, burritos e chupiti che è stato ‘na bellezza.

Ormai però, siamo già a metà settembre e le vacanze iniziano ad essere un ricordo quasi sbiadito.

Ma vabhè, su col morale.

Ne arriveranno altre, no ?

E poi.. tra 15 settimane siamo già a Natale !!! AAAAAAh…. mi sento male solo all’idea !! …di già ?!?!?!?! meglio nn pensarci va….

Cerchiamo di tornare seri e iniziare così a scrivere qualcosa di veramente sensato. Almeno proviamoci.

Oggi sono stata ospite di Caterina Balivo nel suo programma “Detto Fatto” su Rai Due.

rai2

Per chi se lo fosse perso, non ho cucinato, bensì con l’aiuto di una tutor, Marthia, abbiamo dato nuova vita ad una camicia di jeans che ho trovato nei meandri dell’armadio di mio padre.. si, una sua vecchia camicia, che ad essere sinceri non gli ho mai visto indossare.

raidue

Così, da amante di tutto ciò che sia jeans, gliel’ho “sottratta” e portata al programma.. volevo un qualcosa di fashion.. Marthia l’ha resa strepitosa !

E’ diventata un mini abitino “aggressive” molto molto carino. E’ bello vedere come, con un po’ di fantasia, si possa rimodernizzare qualunque cosa.

Io happy !!! :)

raidueok

C’è da dire però, e si è ben visto.. che io.. col taglia e cuci… N.C.S….. NON CI SIAMO !!!

Marthia mi ha dato una grattugia per sfilacciare le maniche della camicia.. avessi avuto del parmigiano, sarei stata bravissima a grattuggiarlo..ma la manica.. aiuto… avete presente un’impedita ?! Eccomi, presente !

Però mi sono divertita, soprattutto ad improvvisarmi “modella” mentre indossavo l’abitino finito..e la paura di cadere dai trampoli che avevo messo?? Vogliam parlarne.. :D

Ho promesso a Caterina di tornare per cucinare insieme, magari il tanto amato e buon ragù napoletano.

E ne approfitto, tramite il blog, per ringraziarla ulteriormente per lo splendido pomeriggio !

E, visto che è da un pò che non vi coccolo con qualche ricettina delle mie,e che ogni scusa è buona per preparare un dolce, quale occasione migliore per farne uno veloce e con ingredienti di stagione di cui letteralmente “ne esco pazza”!!!

Stamattina ho trovato dei fichi super fichi !! ( ..passatemi la battuta suvvia…. )

Quindi.. dolci con i fichi alla “detto? Fatto !”.

Rapida e veloce, propongo una CROSTATA CON CREMA DI MASCARPONE, FICHI E MANDORLE e con gli stessi ingredienti, per chi non avesse voglia di accendere il forno per fare la crostata, dei BICCHIERINI DI CREMA AL MASCARPONE CON CROCCANTE AL MUSLEI E FETTINE DI FICHI FRESCHI. 

Per la crostata:

crostatafichi

Ingredienti:

1 dose di pasta frolla

Per la crema:

500 gr mascarpone

200 gr panna da montare

80 gr zucchero a velo

10 gr colla di pesce

Per guarnire :

Fichi freschi tagliati a fettine

mandorle a lamelle

Zucchero di canna q.b.

Una volta cotta la crostata, seguendo le istruzioni, fatela raffreddare mettendola da parte.

Per la crema, immergere in acqua fredda la colla di pesce per circa 10 minuti. Una volta ammorbidita, strizzarla e farla sciogliere in 50 ml di panna tiepida. A parte, montare la panna insieme a 20 gr di zucchero a velo. Metterla da parte e mescolare il mascarpone insieme allo zucchero a velo. Aggiungere prima la panna montata e mescolare ripetutamente, dopo di che, aggiungere la panna dove avremo sciolto la colla di pesce. Una volta ottenuto un composto omogeneo, versare la crema nella nostra base di frolla raffreddata riempiendo bene i bordi. Mettiamola in frigo per circa un paio d’ore così che la crema si raddensi.

Una volta raddensata, possiamo ultimarla guarnendola con le fettine dei fichi tagliate sottili e qualche lamella di mandorla.

bicchierinifichi

Per i bicchierini invece, dovete fare la crema al mascarpone con gli ingredienti sopra descritti.

Prendete poi dei bicchierini ( o delle coppette) , mettete una manciata di muslei ( o cereali o granella di nocciole o comunque sia qualcosa di croccante ) sul fondo del bicchierino. Aggiungete la crema fino al bordo. Riponete in frigo per 2 ore e guarnite infine con delle fettine di fichi freschi e delle mandorle a lamelle.

Due dolci facili e veloci in men che non si dica.. proprio alla “Detto Fatto”! .. parola di Cipollina !!!!!!

In cucina con la Cipollina

Pasta primavera

pastaprimavera

Stamattina, mentre ero al supermercato, mi sono imbattuta in freschissimi mini peperoni colorati di rosso, arancione e giallo. Quelli dolci per intenderci. Così, non ho resistito e li ho comprati. Voglia di cucina colorata, di piatti colorati, di tanto gusto e sapore.

Posso dire di aver “osato” fare questa pasta, dico osato perché ho preso tutti gli ingredienti che mi venivano in mente al momento, messi insieme e voilà.. ho creato il mio piatto !

Certo, nessuna scoperta dell’acqua calda ma comunque, posso ritenermi moooolto soddisfatta. La pasta è stata un successone !

L’ho chiamata PASTA PRIMAVERA  e , per 2 persone, l’ho fatta con:

180 gr di farfalle ( va bene qualunque tipo )pastaprimavera2

1 peperone rosso dolce

1 peperone arancio dolce

1 peperone giallo dolce

1 zucchina

1 cucchiaino di pesto

1 mozzarella fresca ( 125 gr)

Tagliare a julienne tutte le verdure e metterle in un recipiente con dell’olio extra vergine d’oliva e sale, pepe q.b.

Tagliare la mozzarella a strisce e metterla da parte.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolandola un minuto prima della fine della cottura.

Mettere le verdure in una padella, aggiungere la pasta e cuocere qualche minuto a fuoco medio basso.

Spegnere il fuoco e coprire la padella con un coperchio un paio di minuti lasciando riposare così che le verdure finemente affettate appassiscano.

Riaccendere il fuoco a fiamma media, mettere il cucchiaino di pesto ( provare per credere.. sapore unico !!), aggiungere la mozzarella, mescolare con due mestoli e servire.

Consiglio : volendo,potete cuocere la pasta con le verdure, farla raffreddare e, una volta fredda, aggiungere la mozzarella e servirla, di conseguenza come un’insalata di pasta fredda ! ;)

Buon appetito !!!

Ad ognuno la sua Mamma !

Tra pochi giorni, anche quest’anno, ormai ci siamo.
La festa, per me, piu dolce dell’anno, è alle porte. Parlo della festa di tutte le nostre super eroine quali… Le nostre super Mamme!!
E visto che ogni scusa è buona per festeggiare e ritrovarsi insieme alle persone a noi piu care, perchè non approfittarne per preparare delle sfiziose ricettine da dedicare alla nostra Mamma??
Del resto, se siamo cresciuti così bene, il merito non può che essere loro. Queste fantastiche donne che ogni santo giorno, si scervellano e pensano, tra le mille cose che devono fare sempre, ad una sola cosa e che non mancano mai di chiederci: “Tesoro, cosa ti piacerebbe mangiare questa sera?”

E, siate sinceri… La maggior parte delle volte la risposta è sempre quella “Mamma dai, non lo so.. Sono le 9 del mattino, come faccio a sapere cosa ho voglia di mangiare stasera?”. Ed é così che allora, ci sentiamo semplicemente ribadire “ah vabhe.. Ti arrangi con quel che ci sarà in frigorifero allora!”
A parte dare pienamente ragione alle mamme, permettetemi di dire che siamo proprio degli ingrati.. Perché tutte le leccornie che tanto ci fanno “sentire a casa”, il mangiare ogni giorno qualche cosa di diverso, è solo ed esclusivamente una gran fortuna amici!!
Ora, per chi è mamma, mi date ragione? Dico bene che siete delle sante a sopportarci ogni singolo giorno della vostra vita??
Anche se ci rispondono che ci dovremo arrangiare con quel che troveremo, alla fine della fiera, non sarà affatto così, perchè la mamma avrá pensato da sola, a cosa prepararci. Ed é un lavoro, cari amici miei..
Ci viziano! Ci viziano! Ci viziano un sacco e tutto sommato questo, é un piacere per noi ma anche per loro.
Perchè le mamme sono fatte per viziarci e coccolarci. In qualsiasi modo, soprattutto in cucina.

E allora, come giá mi ero permessa di consigliarvi l’anno scorso, anche quest’anno, per un solo pranzo.. Perchè non pensare noi a cosa preparare per pranzo o cena e regalarle in questo modo, qualche coccola in più?

Qualcosa di semplice, non parliamo certo di nouvelle cuisine..ma anche solo un piatto di pasta ben fatto, son sicura fará piacere.
Ad un patto però: che finito di cucinare non lasciate tutta la cucina sotto sopra ma che torni ad essere linda e pulita come l’avete trovata prima dei vostri esperimenti culinari!!!! Promesso????
Bene.

Vi butto giú qualche idea…

Insalatina di gamberi e avocado

avocado gamberi

Prendete un avocado, tagliatelo in due, togliete il nocciolo e con l’aiuto di un cucchiaino, scavate tutta la polpa e mettetela da parte.
Prendete dei gamberi e cuoceteli qualche minuto in una padella con un goccio d’olio. Fateli raffreddare dopodichè sgusciateli e metteteli da parte.
Un pò di insalata verde in una bacinella, unite i gamberi e la polpa dell’avocado che avrete ridotto a pezzettini. Condite con dell’olio extra vergine, regolate di sale, pepe e ora, riempite i gusci dell’avocado.
Serviteli con delle bacchette per sushi e… Divertitevi a vedere la vostra mamma intenta a mangiare con le bacchette!!!

Cuore di insalata con mozzarelline, gamberi e anelli di pomodorini pachino

gamberi mozzarella pomodoro

 

Saltate in una padella i gamberi con un pò d’olio e fateli raffreddare.
Sgusciatene la metá e l’altra metá tenetel da parte.
Prendete delle mozzarelline e tagliatele in due. Dei pomodorini e tagliateli per il lungo formando tanti piccoli dischetti. Privateli dei semi interni e tenete da parte gli anellini di pomodoro.
Prendete un piatto di portata, adagiate dell’insalata verde al centro e circondate tutto il resto con altri pomodorini tagliati semplicemente in due. Come per formare un cerchio (ancor meglio se riuscite a formare un cuore).
Aggiungete all’insalata le mozzarelline, gli anellini di pomdoro e per finire i gamberi sgusciati.
All’estremitá del piatto, i gamberi ancora interi, che incornicino il tutto.
Olio, sale e pepe q.b.

Come primo piatto, mi è venuta in mente una pasta che mi preparava spesso mia madre.. la chiamava “La pasta Rosa” perché il colore dei condimenti, la faceva sembrare per l’appunto rosa.

pastarosaSemplicissima da preparare, vi occorrerà della ricotta, della salsa di pomodoro, da cuocere in un pentolino insieme a un po’ di olio e sale e dello scalogno affettato finemente. Cuocete la pasta in acqua salata bollente e conditela con questo sughetto alla ricotta e pomodoro. Una fogliolina di basilico per guarnire. Una bella tavola apparecchiata con dei petali di rosa e … buona pappa Mamma !!!

Dolci in fondo.. le “chicche” sono due.. uno mi ricorda sempre quando ero piccola e avevamo ancora l’usanza di fare il “Pranzo della Domenica”… quello insieme ai nonni, a qualche zio, a volte qualche amico.. quello che assomigliava veramente ad un pranzo di matrimonio.. interminabile, non finiva mai !!.. E la quantità di cose da mangiare.. la mamma si metteva all’opera al mattino presto, per rilassarsi praticamente alla fine del pasto. E la fine del pasto, per me voleva dire loro : cannoncini alla crema !

I nonni non mancavano mai di passare a prenderne un vassoio dalla loro pasticceria di fiducia, prima di arrivare da noi.

Quindi.. dei “Cannoncini alla crema”..però fatti in casa.. potrebbero fare al caso vostro… i cannoncini, senza impazzire, li potete tranquillamente fare con della sfoglia già pronta, da tagliare a triangolini, arrotolare formando dei coni, e cuocerli pochi minuti in forno. Oppure, esistono cannoncini già pronti all’uso, solo da riempire con crema a vostro piacere. Io ho scelto una classica pasticcera. Se poi proprio non volete nemmeno provare.. pasticceria sotto casa.. sempre utile !! :)

cannoncini

4 tuorli, 400 ml latte intero, 40 gr di fecola, 1 bustina di vanillina, 80 gr di zucchero e cuoci in un pentolino a fuoco medio basso per una decina di minuti, finché la crema non sia raddensata. Lasciatela raffreddare e poi con una sac-a-poche (si scrive così ?!) riempite i vostri cannoncini. La bontà !!!

In alternativa, per chi volesse sperimentare un qualcosina in più.. uno “Strudel ripieno di frutti di bosco e crema”.

strudelberries

Forno preriscaldato a 190 gradi. Prendete una sfoglia già pronta a forma rettangolare e disponetela su una teglia ricoperta da carta forno.

In una bacinella, mettete 300 gr frutti di bosco che avrete precedentemente sciacquato bene. Aggiungete 3 cucchiai di zucchero e mescolate. Adagiateli al centro della sfoglia, e, aggiungete della crema pasticcera ( vedi quantità sopra ) .

Richiudete la sfoglia a portafoglio sigillando bene i lati in modo che non fuoriesca il succo dei frutti.

Spennellare la superficie con del rosso d’uovo e infornare per circa 25 minuti.

Una volta pronto il vostro strudel, fatelo raffreddare un po’ , zucchero a velo a piacere e servite decorando con della salsa al cioccolato, una pallina di gelato alla crema, della panna, del mascarpone.. insomma.. con quel che più può piacervi !!!

strudelfruttibosco

Farete un figurone con la vostra mamma !! Qualunque cosa deciderete di prepararle !! Perché l’importante è che sia cucinato non a tutti costi bene.. ma che sia fatto con Amore. L’Amore che ci regala tutti i giorni. E qualora decidiate di non preparare nulla con le vostre mani ma preferite portarla fuori per festeggiare, va bene uguale. Apprezzerà lo stesso !!

Qualsiasi cosa facciate per far sentire importante la vostra mamma non ha importanza, quel che davvero importa è che, almeno per la festa della Mamma, visto che non lo diciamo purtroppo spessissimo… è che ve l’abbraccerete stretta a voi e guardandola negli occhi le direte “Ti voglio bene Mamma.”.

Fatelo. Sarà una sensazione impagabile.

Buona festa della Mamma a tutte le Mamme !!!

 

Che ci sarà nell’uovo di Pasqua ?!?!

DSC_0913

Anche quest’anno ormai ci siamo..da settimane che nei grandi supermercati, nelle vetrine delle pasticcerie e tra le mensole di prodotti casalinghi, troneggiano ovunque uova di Pasqua di qualunque genere..
Che siano di cioccolato o semplicemente gusci decorati ripieni di sorprese, a Pasqua, se c’è una cosa che non può mancare è proprio il tanto amato ovetto da spaccare prima e, se possibile, mangiare poi!
Da piccola, la gara con le mie sorelle era quella di chi avesse l’uovo più grande!
Perché l’idea ovviamente era “Più l’ uovo è grande,più la sorpresa sará speciale!”
Peccato che la maggior parte delle volte…non era affatto così…
Sono sempre rimasta così male per le sorprese che trovavo… minuscoli ciondolini finto argento, bamboline o mini giochi di società da costruire che immancabilmente finivano sulla mensola in camera insieme alla miriade di “cianfrusaglie”, così le chiamava mia mamma, che aumentavano a dismisura in un batter d’occhio !

Col passare degli anni poi, probabilmente volendo diminuire la quantità di cioccolato conservata nella carta dell’uovo più grande, le uova “fai da te”, quelle di decorate di cartone da riempire con quel che vuoi, han preso posto alle tanto amate choco eggs.. e da lì, devo ammettere, che le sorprese iniziavano finalmente ad essere delle vere sorprese.. mi ricordo di un orologio colorato che andava di moda quando ero piccolina, braccialetti ed orecchini visti in qualche vetrina.. per qualche anno c’erano anche le uova “ricche”.. quelle che aprivi e trovavi addirittura le tanto amate “diecimilalire”.. !!! Che si moltiplicavano insieme a quelle dei nonni, delle nonne, zie, zii e parentela via dicendo..

Ah si.. quelli si che erano veri anni “dalle galline d’oro” !!! ^.^

Come per tante cose, bisognerebbe essere obiettivi e ammettere che ormai, per l’uovo di Pasqua.. io sono grande.. quindi dovrei semplicemente pensare a regalarlo al mio nipotino ( che tra l’altro sta diventando grande anche lui !!..) …

Ma da eterna “bambinona”.. come del resto mi chiama sempre papà.. ( per un papà le sue figlie, anche a 40 anni ,saranno sempre le sue “bambine”.. non si dice così ?) .. non mi vergogno di dire che io l’uovo di cioccolato, lo voglio ancora ! Che Pasqua sarebbe senza scusate ?!?!?

E vi dirà di più..l’uovo che voglio io è quello fuori al cioccolato e dentro ricoperto di cioccolato bianco.. l’unico che si trova tutto l’anno in versione “mignon” per interderci…

Capito in famiglia ?!?!.. chi ha orecchie per intendere intenda !!

Un po’ di dolcezza del resto, è sempre ben accetta.. poi Pasqua si sa, è un po’ come Natale.. un gustoso e succulento pranzo da riempire i panciotti non può che esser concluso da un altrettanto gustoso pezzettino di cioccolato…

Già lo so, la settimana prossima sarà delirante per me perché, come vi avevo raccontato l’anno scorso in questi articoli, PASTIERA e CASATIELLO  , la tradizione di casa Boldi vede comparire magiche pastiere, immancabili e per un esercito come sempre e il tanto amato Casatiello Napoletano.. e chi le fa in casa, sa perfettamente quanto sia lungo il procedimento per entrambi !!.. Quindi.. niente impegni per il fine settimana.. la Cipollina è impegnata in cucina !!!

Però detto in tutta sincerità, non vedo l’ora perché ogni anno, riuscire a farli è una vittoria !! Quindi.. yess che arrivi presto Pasqua !!

Chi però volesse portare un po’ di dolcezza sulla tavola di Pasqua, magari anche in maniera come dire, simpatica.. ma non ha tempo di cimentarsi nella Pastiera.. un’ idea potrebbe essere quella di fare dei biscottini al cioccolato decorati.. non è complicato amici.. basta procurarsi delle formine che ricordino la Pasqua ( a forma di uova e coniglietto son quelle che ho trovato io) , della pasta da zucchero, perline decorative, tanta fantasia e voilà.. il gioco è fatto…

DSC_0860

In alternativa, degli ovetti al cioccolato ripieni di una gustosa crema al mascarpone e cioccolato bianco… mmmmh… la bontà !!!

Che poi i biscottini possono diventare anche alternativi segna posto o decorazioni per la tavola..

Per i biscottini qua la ricetta : ( ottima anche per fare la base di frolla per le crostate)

scorza di un limone

80 gr zucchero

300 gr farina 00

1 uovo

1 tuorlo

130 gr burro morbido

1 cucchiaino di lievito vanigliato

1 cucchiaino di cacao amaro in polvere ( facoltativo)

Procedimento :

In un mixer ( io ho usato il Bimby) mettere la scorza del limone insieme allo zucchero e tritare per circa 20 secondi.

Aggiungere gli altri ingredienti e ottenere un composto omogeneo.

Mettete la frolla ottenuta nella pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per almeno 15/20 minuti.

Una volta trascorso il tempo dovuto, lavoratela con un matterello stendendola su un piano infarinato e, con le formine per biscotti che avrete a disposizione, formate i vostri biscotti.

Forno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti. Una teglia rivestita di carta forno, i biscotti in fila e via a cuocere.

Lasciateli raffreddare e a questo punto con la pasta da zucchero, la gelatina, le decorazioni e tutto quello che avete a disposizione, via col divertimento !!!

 

Per gli ovatti ripieni di cioccolata bianca e mascarpone invece…

Uova di cioccolato medio-piccolo formato

250 gr mascarpone

200 gr cioccolato bianco

100 ml panna

Procedimento :

Sciogliamo il cioccolato bianco a bagnomaria e aggiungiamo un po’ alla volta la panna. Bisogna ottenere una crema liscia e omogenea, come sempre.

Facciamola raffreddare ed intanto in una ciotola a parte mettiamo il mascarpone iniziando a lavorarlo con la frusta incorporando la crema raffreddata.

Quando il tutto sarà ben mescolato,prendiamo le nostre uova di cioccolato, le  apriamo molto delicatamente  usando, se possibile un piccolo bisturi da cucina e le riempiamo con la crema preparata… la bontà ?? La bontà ?!?!!?

 

Che sia una dolce Pasqua per tutti !!!!

DSC_0906 03

 

 

E’ Primavera.. tempo di picnic !!

Dai,ormai lo possiamo dire..al 21 marzo mancano pochi giorni..ma ci siamo,la Primavera è FINALMENTE arrivata..anzi..oggi pare addirittura estate !!
Siiiiii amici!!! Come son contenta…alzarsi ed aprire le finestre e vedere il sole..l’avrò forse già detto una miriade di volte ma non posso che ripetere che io,son decisamente metereopatica!!!!!
L’umore mi cambia proprio da cosí a cosí!!!

Tempo di primavera, solitamente tempo di grandi pulizie.. in questo caso, almeno per ora, le pulizie possono attendere, tempo di rivedere un po’ le ricette di tutti i giorni !! L’ultimo mese è stato alquanto monotono in cucina, un sacco di cose da fare e poco, pochissimo tempo per stuzzicare con nuovi sapori l’appetito ed il palato ahimè.. solite verdurine, soliti petti di pollo, bistecche , torte e dessert.. devo ammettere che non sono stata molto in vena di cucinare..

Ma quel che mi piace di me, è anche questo.. il sapermi ripetere per giorni interi, settimane alle volte e poi così, all’improvviso sbizzarrirmi in quattro e quattr’otto mettendomi ai fornelli senza uno straccio di idea e preparare un super pranzetto diverso dal solito !

Ci sono anche quelle volte poi, in cui improvvisamente, senza avere colpi di genio degni di Einstein il neurone che mi gira in tempo, risfodera quel piatto che ti piaceva tanto e che, senza sapere perché , non cucini più da una vita !! E’ mai capitato anche a voi ??

Così il weekend appena passato, complice il bel tempo che ci sta accompagnando, ho preparato piatti da pic nic, piatti semplici, ma soprattutto colorati e un po’ “diversi” dal solito gustati alla grande e della serie ” Faccio il Bis!”.

Dico piatti da pic nic in quanto, qualora, aveste in mente di farne uno, potrebbe essere presenti nei vostri cestinetti.. in realtà non ho fatto nessun pic hic accipicchia… anzi.. in tutta sincerità.. sapete che in tutta la mia vita non ho mai fatto un picnic ?!?!

Eppure c’è da dire che sono praticamente nata in campagna, circondata dai verdi praticelli tipo Heidi.. posti per fare picnic ce ne sono a non finire.. a pensarci bene, com’è possibile che non ne abbia mai fatto uno ?!?!?!

Alt.. devo rimediare !! Al più presto !!!

L’idea di preparare tante cose buone da mangiare, organizzando con una simpatica combriccola di amici e ritrovarsi sotto fresche frasche bevendo, mangiando e ridendo come si vede nei film.. è esaltante !! Una bella pennica dopo aver riempito i panciotti, magari appoggiati al tronco del grande salice piangente, col venticello che ti coccola e un cappello di paglia che ti copre il viso… ciaaaaooooo… che immagine…. da bolla alla bocca talmente può risultare rilassante !!!!

Basta è deciso.. prossimo weekend si va di picnic !! Chi viene con me ?!?!?

Cosa portare ?

Ecco cosa proporrei :

PENNE RIGATE CON CIPOLLA ROSSA E POMODORINI-INI-INI

DSC_0635Ingredienti x 4 :

320 gr penne rigate

1 cipolla rossa tagliate a fettine 

200 gr pomodorini croccanti

olio extra vergine

sale

pepe q.b.

Procedimento : 

Mettere a bollire abbondante acqua salata, a parte tagliare a fettine la cipolla rossa, i pomodorini tagliarli in 4, mettere tutto insieme e condire il tutto con abbondante olio extra vergine di ottima qualità, regolando di sale ( e pepe chi volesse).

Cuocere la pasta per il tempo indicato, scolare al dente, riporre la pasta in una padella, accendere il fuoco, versare il condimento con cipolle e pomodorini, ripassare qualche minuto in padella e voilà.. il piatto è pronto da essere gustato sia caldo che freddo !!

Altra ideuzza sfiziosa e decisamente diversa dal solito.. si tratta di un’insalata.. che si mangi all’inizio o alla fine di un pasto sinceramente non saprei.. so solo che l’ho scovata in una rivista di cucina americana.. una di quelle riviste dove propongono “Healthy Food” .. cibo salutare.. gli ingredienti son decisamente buoni.. che sia una ricetta un po’ fuori dal normale, proprio da Americani insomma, ce l’ha tutta !! Provatela ( magari prima di proporla a degli ospiti, fatela per voi.. :)

E’ bella e colorata ed i sapori, tutto sommato, si mischiano tuttavia bene tra loro..

INSALATA DI POMPELMO ROSA, CIPOLLA ROSSA, MENTA E MIELE

DSC_0597

Ingredienti per 6 :

4 pompelmi rosa sbucciati e tagliati a fette

1 piccola cipolla rossa tagliata a fettine sottili

3 mazzetti di foglioline di menta fresca lavate e asciugate

2 cucchiai di succo d’arancia

2 cucchiai di olio

miele millefiori

2 manciate di chicchi di melograno ( io non l’ho trovato.. ho sostituito con del ribes !)

Procedimento :

In una terrina, o in un piatto di portata, mettele le fette di pompelmo sbucciate e private di eventuali semi, aggiungete le fettine di cipolla rossa, foglioline di menta fresca, il succo d’arancia, l’olio e il miele nella quantità desiderata.

Infine, guarnite con i chicchi di melograno.

Ultima,ma solo per oggi, ricetta per concludere questo pranzetto da picnic..

CROSTATA AL MASCARPONE CON PRUGNE, AMARETTI E VANIGLIA

DSC_0651

Ingredienti :

1 dose di pasta frolla (80 gr zucchero – 1 uovo – 1 tuorlo – 300 gr farina – 80 gr zucchero – la scorza di un limone grattugiata – 130 gr burro morbido – 1 cucchiaino di lievito vanigliato)

5 prugne rosse tagliate a fette e private del nocciolo

4 cucchiai di zucchero di canna

1 aroma vaniglia

2 manciate di amaretti sbriciolati

1 cucchiaino di cannella in polvere

250 gr mascarpone

2 1/2 cucchiai di zucchero a velo

il succo di 2 arance rosse

2 cucchiai di mandorle tostate

Procedimento:

Preparate la dose per la pasta frolla ( in un mixer mettete la scorza grattuggiata del limone insieme allo zucchero e tritate , poi aggiungete farina, burro morbido, uova e lievito e mescolate nuovamente il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo . Pellicola trasparente e riporre in frigo per circa 15 minuti ).

Accendete il forno a 200 gradi, rivestite una teglia per la crostata con della carta forno o in alternativa imburratela ed infarinatela.

Stendete la pasta frolla e ricoprite la teglia.

Ricopritela con carta forno e cuocetela coprendola con dei fagioli per circa 15 minuti.

Togliete i fagioli, la carta forno e abbassate il forno a 190 gradi.

Cuocete ancora la frolla per 5 minuti.

Togliete dal forno e lasciate raffreddare.

In una teglia mettete le prugne tagliate a fettine, cospargete lo zucchero di canna, l’aroma di vaniglia, gli amaretti sbriciolati, il cucchiaino di cannella in polvere ed infine il succo d’arancia e infornate per 30 minuti.

Lavorate intanto il mascarpone con lo zucchero a velo.

Quando la frolla si sarà raffreddata e le prugne avranno finito la loro cottura e saranno tiepide, versate la crema di mascarpone nella frolla, adagiate le fettine di prugne.

Il succo che sarà avanzato dalla teglia delle prugne, restringetelo un po’ sul fuoco ed infine versatelo sulla vostra crostata.

Guarnite con delle mandorle tostate a scaglie .

Zucchero a velo a piacere.

E la bontà ?!?!

Tanta buona pappa a tutti voi !!!