Mangiare senza cucinare

La fame, almeno per me, non passa mai.

Mangerei a qualunque ora, del giorno e della notte.

Non grandi abbuffate.. preferisco gli stuzzichini.. i bocconcini.. che, ovviamente, alla fine, sono quelli che, seppur sani se fatti in un determinato modo, fanno più ingrassare proprio perché non ti rendi effettivamente conto di quanto stia mangiando.

Ma a noi, ce ne frega qualcosa ?!!?!?

Anche no direi..

Evviva la pappa !!

Evviva gli stuzzichini !!

E, perché no.. evviva anche i chiletti in più !! :)

Qualche giorno fa ho acquistato i miei primi piatti in ardesia.. ho sempre desiderato presentare qualche piccola creazione su piatti di ardesia !!

Finalmente li ho trovati e , così, ho dovuto subito pensare a cosa cucinare per poterli utilizzare !!

Mancava la voglia di mettermi per bene ai fornelli, sarò sincera.. e, pensandoci, non  sapevo nemmeno bene cosa poter preparare per i piatti di ardesia.. ora.. non che sia una vera intenditrice però mmh.. non ho mai visto un piatto di pasta sull’ardesia.. se cerchi su internet trovi il sushi servito sull’ardesia.. del sashimi.. e , in effetti, pensare ad un piatto dove non ci fosse “perdita” di condimenti era forse la cosa migliore !

In più non ho nemmeno tanta voglia di sporcare i fornelli…

Ce l’ho !! Ho trovato !!

Tartare magra di manzo con capperi e senape su un letto di rucola !!

Perfetto !!

Dritta dal macellaio, ho acquistato della carne per tartare.. circa 200 gr.. cenetta romantica con la mia dolce metà.. <3

In una ciotola, la carne insieme ad 1 cucchiaio e 1/2 di olio extra vergine d’oliva, regolato di sale e pepe, 1 cucchiaino di senape, e per finire, una manciata di capperi sotto sale, sciacquati sotto l’acqua e tagliati al coltello.

Mescolato bene il tutto ho poi suddiviso tanti piccoli bocconcini dandogli la forma di piccoli dadi.

Piatto di ardesia, un po’ di rucola, ho adagiato i bocconcini di tartare e finito decorando ( un po’ male, lo ammetto ! ) parte del piatto con della senape, dei capperi e una manciata di sale .

Un quarto di limone qualora si volesse del succo da mettere sulla tartare e stop.

Pronto da mangiare !!!

Senza aver praticamente cucinato !!

Amici, come sempre… bon appetit !!!

Tartare di manzo

Come si chiama il cuoco americano più famoso del mondo ??? ^.^

“Come si chiama il cuoco americano più famoso del mondo ? “

“Paul-petta”! 

A me fa ridere.

Si lo so, forse fa ridere solo me ma che ci posso fare.. PAUL-PETTA… che letto come si pronuncia si dice Poooolpetta .

Dai che ora che l’hai capita un sorriso l’hai fatto anche tu! :)

Una barzelletta sono anche queste polpette di patate alle erbe aromatiche in cui mi sono cimentata qualche giorno fa.

Sarà che amo le cose semplici, sarà che amo mangiare , sarà che volevo provare qualcosa di nuovo.. sarà quel che sarà ma avevo voglia di qualcosa di croccantino, al tempo stesso morbido e, ovviamente, gustoso.

Quale miglior scelta allora se non qualcosa come queste polpette ?

Gnammy siiiiii !! Che bontà !!!

L’unica vera e sola “rottura”, se così vogliamo dire, è di dover aspettare che le patate siano lessate a dovere ma per il resto.. basta procurarsi del pecorino grattugiato, delle erbette aromatiche, uova, farina e il gioco è fatto !

Ricettina ? :)

Eccola :

1 kg di patate

2 uova

2 cucchiai di pecorino grattugiato

1 cucchiaio di pan grattato

farina q.b.

erbe aromatiche ( io ho usato salvia, origano e timo )

olio per friggere

sale e pepe q.b.

Procedimento : 

Bollire le patate fino a lessarle ( circa 40 minuti, a seconda della grandezza delle patate – più piccole sono, minor tempo impiegheranno a lessarsi )

Una volta lessate, scolatele, fatele intiepidire e sbucciatele.

Schiacciatele con l’aiuto di una forchetta o con l’apposito strumento “schiaccia patate” e mettetele in una bacinella piuttosto capiente.

Fate un buco al centro e a questo punto mettete le uova, il pecorino, il pangrattato, le erbe aromatiche tritate al coltello, regolate di sale e pepe e mescolate bene il tutto, anche con le mani, fino ad aver ottenuto un composto morbido ma compatto ed uniforme.

Formate tante palline tutte della stessa grandezza ( ne troppo piccole ne troppo grandi ) , passatele nella farina e preparatele in un piatto schiacciandone le estremità in modo da dar loro la classica forma delle polpette.

Ripetete fino alla fine dell’impasto.

A questo punto, padella con olio per friggere, accendete il fornello, e quando l’olio sarà pronto, friggete le polpette, qualche minuto per lato fin quando non saranno dorate al punto giusto.

Piatto con carta assorbente e via.. servitele come stuzzichino, finger food, antipasto, primo o secondo.. massì…. come preferite !!!

Provatele !! Qua sono già andate a ruba !!!

polpette di patate

Benvenuta Primavera 2015 !

Seppur non sia tecnicamente ancora arrivato il 21 marzo, la primavera è ormai alle porte.

Suvvia… certo, il tempo è sempre un po’ ballerino.. un giorno fa caldo, un giorno piove, e poi fa freddo, e poi c’è il vento, da qualche parte nevischio, un po’ di nebbia, e un super temporale di qua, una grandinata di là.. clima Avariato sarebbe da dire ma tutto sommato, quando c’è bel tempo, si sente proprio che il tiepido solino è ormai quello della bella stagione, no ?

Le giornate iniziano finalmente ad allungarsi, non fa più buio alle quattro e mezzo del pomeriggio, di questa cosa io ne sono stra-felice !!!

Tra poco inizieranno anche i periodi dei pic-nic, dei pranzi all’aperto, in giardino, sui balconi fioriti.. penso a tutto questo e non posso non ispirarmi nel proporvi una crostata che “sa” di tutto questo…

CROSTATA AL CACAO CON PERE CARAMELLATE ALLA VANIGLIA

crostatacacaopere

Ingredienti:

PER LA FROLLA:

Seguire la ricetta che trovate in questo post  aggiungendo agli ingredienti 2 cucchiai di cacao amaro alla fine. 

PER LA CREMA PASTICCERA :

3 tuorli d’uovo

30 gr fecola

70 gr zucchero

scorza di mezzo limone

1 bustina di vanillina

300 gr latte parz. scremato

perecrostata

PER LE PERE CARAMELLATE:

2 pere williams bianche

100 ml acqua

3 cucchiai di zucchero bianco

1 stecca di vaniglia

Procedimento:

Preparare la frolla come da indicazioni e mettetela da parte.

Sbucciate le pere, tagliatele in 4 e togliete il torsolo .

Mettetele in un pentolino insieme all’acqua, lo zucchero e la stecca di vaniglia tagliata in 3 parti.

Coprite con un coperchio e fate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa 10/12 minuti, o comunque fin quando non si saranno caramellate.

Spegnete il fuoco e mettetele, insieme al caramello che si sarà formato, in un piatto.

Intanto cuocete la frolla, stendendola con un mattarello e ricoprendo una teglia rotonda di circa 22 cm di diametro. Precedentemente imburrata ed infarinata.

Coprite con un foglio di carta forno, adagiate dei fagioli sopra e cuocete per circa 25 minuti a 170 gradi.

Preparare nel frattempo la crema mettendo a cuocere in un pentolino il latte, i tuorli, lo zucchero, la vanillina, la fecola e la scorza di limone. Portate ad ebollizione e cuocete finchè la crema non si sarà raddensata.

Mescolate ripetutamente onde evitare di bruciarla !

crostataperecacao

Una volta che la frolla sarà cotta, aspettate si raffreddi dopodiché toglietela dalla teglia e iniziate a costruirla.

Mettete la crema pasticciera, e ultimate con fettine di pera caramellate, tagliate sottili su un tagliere.

Zucchero a velo a piacere.. et voilà !!

Buona primavera a tutti !!!

Linguine con pesto di..broccoli !

Navigando come mio solito, l’altro giorno mi sono imbattuta in questa foto veramente bella, era la foto di un piatto di pasta con pesto di  broccoli, le cozze e le mandorle. Mmmh.. fantastico ! Vai di spesa e via.. la devo provare !!

Così, oggi ho preparato un pranzetto di tutto rispetto con questa ricetta un po’ ” rivisitata” nelle dosi rispetto all’originale.

Buona amici.. molto gustosa!

E bella da vedere con il verde vivo dei broccoli e l’arancio delle cozze… poi il profumino.. provatela, non ve ne pentirete.

linguinebroccolicozze

Vi dico le quantità e gli ingredienti che ho usato, per 2 persone:

200 gr linguine

200 gr di rosette di broccoli verdi ( calcolate solo il fiore per intenderci)

50 gr di mandorle a scaglie

200 gr di cozze ( già pulite)

olio extra vergine q.b.

sale e pepe q.b.

prezzemolo q.b.

1 spicchio d’aglio schiacciato e privato del cuore

A piacere, pecorino q.b.

Procedimento:

Pulire i broccoli e metterli a sobbollire in una pentola con acqua salata per circa 5/7 minuti, scolateli e passateli nell’acqua ghiacciata ( in questo modo manterrete il verde vivo del broccolo).

Scolateli nuovamente, asciugateli e metteteli da parte.

Con l’aiuto di un mixer, frullate insieme i broccoli, le mandorle regolando con l’olio proprio come se doveste fare un classico pesto di basilico.

Frullate il tutto, regolate di sale e mettete da parte, in una bacinella.

Ora, in una padella, olio con lo spicchio d’aglio, fate insaporire e mettete a cuocere le cozze.

Aggiungete del prezzemolo fresco.

Togliete lo spicchio d’aglio.

Intanto cuocete la pasta ( le linguine ci stanno ! ;) ) , aggiungendo magari un po’ di sughetto che sprigioneranno le cozze durante la cottura, così da rendere la pasta ancora più saporita.

Scolatela al dente e versatela nella bacinella con i broccoli.

Mescolate bene e a questo punto ,versate il tutto nella padella dove avrete cotto le cozze.

Regolate di pepe nero, a piacere del pecorino grattugiato.. servite e gustate !!

Buon appetito !!!

linguinebrocozze

Dolce colazione

Due idee per accompagnare la vostra colazione. Da preparare durante il weekend e gustare poi ogni mattina.

Ma anche ogni pomeriggio , ogni dopocena, ogni piccolo break. Praticamente sempre.

Per chi vuole qualcosa di semplice e dal sapore delicato, ecco le “Stelline morbidose alla vaniglia” , per chi invece adora il cioccolato un altrettanto semplice “Plumcake marmorizzato” .

Partiamo con le stelline. (Che poi, io le ho fatte a forma di stella perché tra le tante formine x dolci, ho anche quelle a forma di stella.. si possono tranquillamente fare anche rotondi, o addirittura in un’unica teglia rotonda)

Ingredienti:

250 gr farina 00

125 gr zucchero bianco

125 gr zucchero di canna

200 gr burro

3 uova

1 bustina di vanillina

1 bustina di lievito per dolci

1 confezione di yogurt alla vaniglia

Procedimento :

In un mixer riducete i due tipi di zucchero fino a renderlo al velo.

Aggiungete le uova, lo yogurt, il burro morbido, la vanillina, la farina ed infine il lievito e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo, senza grumi.

Dopo aver imburrato ed infarinato le vostre formine ( o la vostra teglia grande) cuocere in forno già caldo a 180 gradi per circa 25 minuti ( per le formine) , 35 minuti se fate una teglia grande.

Una volta trascorso il tempo, controllate la cottura infilando uno stuzzicadenti nel centro della torta, se ne uscirà asciutto dal composto, sfornate. Decorare a piacere con dello zucchero a velo.

breakfast

Per il Plumcake.

Ingredienti:

3 uova

140 gr burro morbido

200 gr zucchero

la scorza di mezzo limone

400 gr farina 00

220 ml latte

1 bustina di vanillina

1 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

25 gr cacao amaro in polvere

Procedimento:

In un mixer metter lo zucchero insieme alla scorza di limone e ridurre al velo.

Aggiungere il burro, le uova, il latte e la vanillina e mescolare il tutto.

Aggiungere a questo punto la farina, il lievito e un pizzico di sale.

Mescolare nuovamente fino ad ottenere il solito composto omogeneo.

Prendete uno stampo da plumcake, imburratelo ed infarinatelo.

Versate metà de composto nello stampo.

Aggiungere il cacao amaro al composto avanzato.

Mescolare nuovamente finché sarà tutto amalgamato bene.

Versate ora il composto al cacao sopra al composto precedentemente versato nello stampo.

Forno a 180 gradi, già caldo, per circa 40 minuti.

plumcakemarmorizzato

Torta salata ricotta e spinaci

ricottaespinaci

Si prepara in un batter d’occhio.

Semplice, buona, gustosa e sana.

Adatta a tutti e per qualunque occasione.. che sia una cena in casa fra amici, la schiscetta da portarsi in ufficio per il pranzo, un aperitivo, una festa, un pic nic.

Basta avere un forno caldo a 180 gradi e una mezzoretta per preparare ed infornare il tutto.

Ingredienti :

1 rotolo di sfoglia rotonda già pronta

300 gr spinaci surgelati

1 spicchio d’aglio

3 cucchiai di olio extra vergine

sale e pepe q.b.

300 gr ricotta fresca

2 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato

2 uova

Procedimento :

In una padella, mettete l’olio insieme allo spicchio d’aglio sbucciato, tagliato in 2 e privato del cuore.

Fate soffriggere leggermente dopodiché aggiungete gli spinaci ancora surgelati con un bicchiere scarso di acqua e iniziate la cottura, a fuoco medio basso, coprendo con un coperchio.

Nel frattempo, accendete il forno a 180 gradi, prendete una teglia e ricopritela con la pasta sfoglia adagiata nella sua carta forno.

Punzecchiate il fondo della sfoglia e mettetela da parte.

Controllate di tanto in tanto la cottura degli spinaci, rigirandoli di tanto in tanto.

Aggiungete il sale ed il pepe q.b.

In una bacinella, sbattete le uova insieme alla ricotta, regolando con il sale.

Aggiungete il parmigiano grattugiato.

Quando gli spinaci saranno cotti ( assaggiateli per esserne sicuri), spegnete il fuoco, fateli raffreddare e solo quando saranno freddi, aggiungeteli al composto di uova e formaggio.

Mescolate bene e versate il tutto nella teglia.

Cuocete per circa 35 minuti, quando i bordi della sfoglia saranno ben dorati e croccanti, sfornate e … buon appetito !!!

Mmmmmmhh…. mamma che buona !!!

Torta cioccolatosa degna di FOOD PORN

 

chocolatepie Era li da un po’, erano mesi che mi dicevo ” Devo provarla! Devo provarla!” ma ho sempre rimandato.

Il motivo principale ?

Questa torta è una vera BOMBA CALORICA !!!

Una di quelle torte che soltanto mentre la prepari, già metti su chili.

Si amici del blog, è la verità.

In effetti, mi vergogno anche un po’ a dirvi cosa c’è dentro questo dolce.. mamma mia.. leggendo gli ingredienti della ricetta trovata mesi fa in un sito internet (americano!!.. perché diciamolo.. come sanno fare loro le “schifezze” , non li supera nessuno!), pensavo si alla libidine della torta in sé, ma al tempo stesso, pensavo anche “Chissà quanta sarà stucchevole tutta questa dolcezza!”.

E invece, AHIME’, mi son dovuta ricredere perché sebbene sia fatta prettamente da ingredienti da vero cibo “junk” , una vera ricetta ricetta degna di “food porn”.. ragazzi.. va giù che è una meraviglia !

Se poi l’accompagni con un po’ di cioccolata calda buttata su, della panna o una pallina di gelato alla vaniglia.. ao’ .. e che ve lo dico a fare ???

Che dite.. la volete la ricetta ?

Dai ok, ve la giro.

Vi avverto però.. gli ingredienti devono essere quelli altrimenti il sapore cambia.

Provatela. Provatela e provatela.

Poi vi mettete a dieta ma prima o poi : provatela !

caramelchocolatepie

INGREDIENTI:

1 confezione intera di biscotti OREO (all’incirca 36 biscotti)

250 gr burro sciolto a bagnomaria

200 gr circa di zucchero di canna ridotto al velo

250 ml panna liquida fresca

1 confezione di gocciole DARK (in alternativa i Chocolate Dark Chip Cookies – i biscotti americani)

PROCEDIMENTO:

Tritate in un mixer i biscotti OREO.

Trasferiteli in una bacinella e aggiungete metà del burro fuso.

Prendete una teglia delle dimensioni di 22 cm, copritela con carta forno ( il fondo) e distribuite il composto formando la base della torta, aiutandovi con un cucchiaio. Pigiate bene in modo che risulti tutto molto compatto. ( un po’ come fare la base per una cheesecake).

Mettete la teglia in freezer per circa 10 minuti.

Intanto in un pentolino, mescolate lo zucchero di canna che avrete ridotto a velo insieme al resto del burro fuso.

Accendete basso il fuoco e fate sciogliere lo zucchero. Mescolate ripetutamente fino a quando inizierete a vedere che il composto sobbolle.

Continuate a mescolare per circa 1 minuto.

Spegnete il fuoco e aggiungete ora circa 75 ml di panna ( 1/4 della confezione).

Mescolate bene ed avrete ottenuto il caramello.

Prendete la teglia dal freezer e versate il caramello sulla base di biscotti.

Riponete nuovamente in freezer per almeno 30 minuti.

Prendete le gocciole dark e spezzettatele in una bacinella.

Mettete la panna avanzata in un pentolino e portate a bollore.

Versatela bollente sui biscotti, mescolate per uniformare il tutto e lasciate che i biscotti si sciolgano fino a formare un composto di cioccolato.

Trascorsi i 30 minuti, riprendete la teglia e versate sopra il caramello il composto di cioccolato di biscotti.

Riponete in frigo per almeno un paio d’ore.

Al momento di servire, spolverate dello zucchero a velo a piacere.

La ricetta consiglia di dare anche una spolverata di sale kosher, dice che questo tipo di sale esalti il sapore del cioccolato.

Il sale kosher non ce l’ho quindi non l’ho messo.

Me lo procuro per la prossima volta. :)

Ragazzi, è pazzesca questa torta !

Abbastanza rapida da fare, se non si calcolano i tempi di attesa fra uno strato e l’altro.

Ma soprattutto se siete amanti del dolce.. non potete non provarla.

Punto.

San Valentino potrebbe essere una buonissima occasione per provarla, i modi per smaltire poi si trovano no ?

Ops….. ^.^

Tortine crema e fragole fatte con Amore. <3

Io sono un danno ! Un disastro !! AAAAAAAhhhh…. combinaguai dovrebbero chiamarmi… magari qualcuno già mi chiama così e non lo so.. bhè.. poco importa perché da oggi in poi ESIGO di essere chiamata così!

Per chi si fosse perso qualche pezzo, raccontavo l’altro giorno che ho passato l’intero weekend in casa causa influenza e così, ho passato praticamente tutte le 48 ore a sfogliare libri di ricette o guardare programmi culinari in tv. Bene. Risultato ? Mille idee di nuovi piatti da provare , gustare e condividere amici.

Oggi che sono ormai in via di guarigione, ho deciso di iniziare col provarne uno.. anzi due.. mmmh.. mi sa tre.. cioè nel senso.. è un unico piatto ma alla fine, per metterci del mio, ho usato tre pezzi di tre diverse ricette presa così, dal mio “creative sense” (sarà inglese ? mah…).

Il risultato mmh.. non è proprio come l’avessi immaginato ma dai, a detta anche di chi mi ha fatto da giudice, la tortina è buona nel suo insieme.. da sistemare un po’ l’impiattamento forse ma comunque la posso proporre ecco… :D

Io l’ho pensata per  San Valentino, visto che lo sapete, per me, ogni scusa è buona x cucinare…, ma comunque , San Valentino o non, è una ricetta dolce pensata per qualunque momento quindi.. eccola !

Iniziata come una Millefoglie con crema, frutti di bosco e meringhe, l’ho poi trasformata in

“Mini cake di pasta biscotto, guarnite con della crema di panna e uova con fragole e granella di meringhe” .

Booooooontà !!!

Ho pensato di sostituire la sfoglia con della pasta biscotto perché mi è tornata in mente quella che avevo fatto per una web tv dove avevo preparato diverse merendine “famose” negli anni ’80, Unconventional 30 . Mesi fa era stata una scoperta super la pasta biscotto.. ho voluto rifarla !!

Poi fragole e non frutti di bosco. Adoro le fragole, le ho trovate belle. Tac. Morte loro. -.-

Infine per la crema.. mi è venuta in  aiuto Benedetta (Parodi :)) , ho cambiato un po’ le dosi, le sue erano decisamente abbondanti per le mie “mini” preparazioni.

Insomma, il risultato lo potete vedere con i vostri occhi.. io ci ho messo un po’ a preparare tutto, forse perché sono ancora un po’ rimba e lenta dopo l’influenza…

Stasera la faccio assaggiare al fidanza e se gli piacciono.. x San Valentino so già che preparare !! ^.^

INGREDIENTI:

Per la pasta biscotto :

3 albumi

90 gr zucchero a velo

3 tuorli

25 gr fecola di patate

40 gr farina 00

1 cucchiaino di lievito vanigliato

Per la crema:

3 tuorli

90 gr zucchero

30 gr maizena

350 ml panna fresca

25 gr burro

250 ml latte

scorza di 1/2 limone

Per decorare:

Fragole

Meringhe bianche

 

Montate con le fruste elettriche 3 albumi (tenete da parte i tuorli) aggiungendo poco a poco, mentre montate, 90 g di zucchero. Otterrete una specie di meringa molto solida. Aggiungete i 3 tuorli e montate per pochi secondi per amalgamare. Gli albumi non si smonteranno.

A parte pesate 25 g di fecola e 40 g di farina 00, quindi aggiungetele al composto d’uovo setacciandole e mescolando dal basso verso l’alto senza smontare. Aggiungere il lievito e mescolare.

Foderate con carta da forno una placca capiente. Imburrate la carta e versate l’impasto, quindi distribuitelo uniformemente con una spatola a gomito cercando di formare un rettangolo il più possibile regolare e dello spessore di un cm scarso.

Infornate a 200° per 10-15 minuti (in superficie sarà appena dorato). Sfornate e fate raffreddare.

Intanto preparate la crema.

In un pentolino versate il latte con la scorza del limone e portate a bollore.

In una bacinella a parte, sbattete i tuorli d’uovo prima con lo zucchero, poi aggiungendo la maizena.

Fate raffreddare un po’ il latte dopodichè, togliete la scorza del limone e aggiungetelo alla crema di uova. Mescolate e versate il tutto in un pentolino. mettete sul fuoco e fate raddensare.

A parte montate la panna fresca ( che sia ben fredda sennò non monta!).

Una volta che la crema sarà abbastanza densa, spegnete il fuoco, aggiungete 25 gr di burro, mescolate e fate raffreddare.

Tagliate le fragole, dopo averle lavate sotto abbondante acqua, in pezzettini piccoli piccoli e mettetele da parte.

Ora che la crema sarà raffreddata, aggiungete la panna un po’ per volta, mescolando dal basso verso l’alto.

Fate riposare la crema ottenuta in frigo per circa 20 minuti.

Intanto, ritagliate la pasta biscotto nella forma che più preferite ( io ho usato un compassata rotondo).

Ricaverete circa 6 dischetti ( 6 quadrati o altra forma).

Tagliate in 2 ogni dischetto.

Prendete ora la crema e mettetela, per aiutarvi, in una sac-a-poche , e farcite ogni base.

Un po’ di fragole al centro della tortina.

Coprite con l’altra metà del dischetto e con l’aiuto di una spatola, ricoprite tutta la tortina

 con altra crema, tutto intorno anche ai bordi.

Qualche fragolina al centro e sbriciolate intorno le meringhe .

Riponete in frigo un paio d’ore e poi… servire !!!

Che ne pensate ?!?!!?

Forse era meglio qualcosa con il cioccolato ??….mmmmh….

Vabhè…vorrà dire che domani ne faccio un’altra !!

Intanto baci grandi a tutti voi !!!!