Metti tre uomini Tifosi a cena..

Ebbene si, cari miei,

il titolo dice già tutto.

Ieri, mercoledì, era giornata di partite di calcio. Giocavano tutte le squadre del campionato che, per fortuna, va ormai terminando ( tanto poi durante tutto il periodo estivo ogni due per tre ce ne saranno tante altre..non finisce mai!!!). Come potrete capire dalla mia introduzione, non sono una grande appassionata di calcio. Quando gioca l’italia, i Mondiali per intenderci, li si che tiro fuori la tifosa che è in me – FORZA AZZURRI!!! – ma per il resto.. sono di fede milanista, se proprio devo schierarmi ma punto, finisce li.

Il mio fidanzato invece, è un graaaaande tifoso, non di quelli che vanno allo stadio tutte le domeniche, ma è un tifoso di serie A, in tutti i sensi. E, e qui se volete, vi permetto di sorridere, tifoso del….indovinate un pò ?

Ebbene si, sono praticamente sposata con un gran tifoso dell’inter… ahiahiahiahaiaiai !! Bestia che dolore….

Tutta la sua famiglia è interista, mentre la mia, sebben siam 3 donne che “simpatizzano” per il Milan, ed il papà invece, è proprio un tifoso, siamo schierati comunque dall’altra parte.

Che ci possiamo fare ?!?.. sono cose della vita anche queste del resto, no ?

Comunque sia, ieri sera la partita in questione, era Inter-Lazio. E per l’occasione, mi sono trovata in casa con 3 uomini da sfamare, il mio fidanzato, interista, suo fratello, interista, e loro cugino.. tifoso della.. Lazio !!

Un bel trio insomma. Al sol pensiero, sapendo come reagisce il mio ragazzo, quando la sua inter MAGARI non da’ il meglio di sè durante la partita, la prima reazione era quella di abbandonarli soli in casa e uscire magari con qualche amica a gustarmi un succulento sushi ( si, sono amante del japan food !). Poi però, ho pensato che tutto sommato, essere presente a quella che poteva evolversi in una serata divertente, tra insulti milanesi e romani, mi son detta.. resto !!

E così ho dovuto preparare una cena degna di tre uomini affamati dopo l’ennesima giornata di lavoro, ma al tempo stesso cercare di evitare il mio solito banchetto da matrimonio come faccio sempre quando abbiamo ospiti.. è più forte di me.. ho sempre paura di cucinare troppo poco e così finisco per riempire tutti all’infinito.. son fatta così.. sigh gulp !

Devo dire che ieri me la sono cavata, o almeno così mi è sembrato. Appena arrivati, abbiam servito uno Spritz con delle semplici patatine e noccioline, accompagnato da dei salumi freschi e dei sigari di salmone affumicato ripieno di formaggio fresco ed erba cipollina. Ho optato per un antipasto “in piedi” così da potermi dare il tempo, mentre loro stuzzicavano, di preparare un buon risotto  alla milanese. D’altronde, un ospite di Roma, poteva risultare simpatico fargli du’ bucatini alla amatriciana, sarebbe stato bello mettermi alla prova con chi i bucatini VERI li mangia per davvero, poi però ho preferito non rischiare troppo – la partita doveva ancora iniziare !! – e così ho optato per un classico della cucina Milanese. Il risotto giallo… taaaaac !!…

Per chi volesse la ricetta, la può trovare qui https://manuelaboldi.wordpress.com/2013/02/12/avanzi-di-giornata/ .

Pensavo ancora una volta di aver esagerato con le dosi.. per 3 persone.. aiuto.. ho buttato 500 grammi di riso carnaroli !!! La mia idea però era quella di avanzarne un pò per poi oggi fare un bel riso al salto e invece.. i ragazzi se lo sono pappati tutto !! Wow, questo per me vuol dire che hanno gradito la cena.. so’ soddisfazioni !!

Come secondo, ho presentato poi una girella di sfoglia con prosciutto e scamorza fumè profumata con un pò di pesto. Ho comprato una sfoglia rettangolare già pronta per essere utilizzata, divisa poi in 3 parti, poi farcita con fette di prosciutto cotto, della scamorza fumè a fettine e “sporcata” con un cucchiaino di pesto. Chiuse le porzioni come fagottini e poi arrotolate su se stesse e pressate per dargli una forma a girella.

In forno 30 minuti circa a 180 e volià.. servite belle calde, cosi il formaggio all’interno rimaneva fuso.Facilissima, provatela.

Avrei voluto fare anche dei contorni, qualcosina in più, ma tutto sommato.. dopo il mezzo kilo di riso, presumo i miei ospiti fossero sufficientemente pienotti.. e poi.. doveva restare un posticino per.. il dessert !!

Quando mai una mia cena può finire senza prima aver completato il pasto con uno dei miei dolci !!!!

E così, ieri, visto l’ospite speciale che avevamo, ho voluto anche per il dolce, andare sul sicuro e preparare la mia tanto, ma tanto, ma proprio tanto, amatissima… torta di mele !!!

La MIA torta di mele, è stata tra le prime torte che ho seriamente imparato a preparare e che non ho mai, e dico mai, sbagliato in tutta la mia vita !!!

I primi tempi preparavo teglie di torte di mele, rotonde o quadrate poco importava, l’importante era riempirle per poi gustarle tiepide con della buona crema alla vaniglia, o del gelato, a seconda delle stagioni, e della granella di nocciola per completare la decorazione. Poi, col tempo, ho iniziato a servire mono porzioni.. piccole tortine morbidose alle mele.. eh bhè.. è sempre stato un successo !!

Posso, senza alcuna ombra di dubbio, dire che la torta di mele, è il mio vero cavallo di battaglia !! Si signori !! .. anche se.. anche i brownies nn sono malaccio.. il mio ragù.. la mia torta margherita.. uff.. pecco un pò di modestia, lo so… ;P

Anyway, oggi Signori e Signore, vi svelerò la mia ricetta segretissssssima della mia mitica torta di mele… mi raccomando.. tenetevela per voi !! E’ il nostro segreto ! 😉

applepieIngredienti:

200 gr farina

200 gr zucchero

 50 gr nocciole

3 uova

1 vasetto di yogurt bianco ( o alla vaniglia)

70 gr di margarina

1 bustina di lievito

il succo di 1 limone

600 gr mele golden

Procedimento :

Sbucciate le mele privandole del torsolo e tagliatele a fettine sottili. Mettetele in una bacinella e versateci il succo di limone. Fate riposare le mele nel succo per almeno 1 ora.

Mixer. Versare le nocciole e lo zucchero e tritare tutto per circa 30 secondi. Aggiungere la farina, la margarina a temperatura ambiente, le uova e lo yogurt e mixare il tutto per ottenere un composto omogeneo. Aggiungere infine il lievito e mixare ancora un paio di minuti. Imburrare e infarinare una teglia a vostra scelta,  e versare metà del composto, poi mettere le fettine di mele, sgocciolate, versare l’altra metà del composto e terminare con le mele avanzate.

Infornare a 180 gradi per 30 minuti. Spolverizzare con lo zucchero a velo e servire.

mele

A metà del primo tempo la partita proseguiva in parità.. e le pance soddisfatte dei tre ometti , facevano proseguire la serata nel migliore dei modi.. abbiam concluso il tutto con un buon caffè e limoncello.. tutto posso dire che ancora una volta ha filato via liscio.. se non fosse stato per la sconfitta poi finale avuto in casa.. ahi a.. qui son dolori.. ma per fortuna, cerco il lato positivo, la parita è stata vinta dal mio ospite laziale, che così, alla prossima partita.. tornerà con piacere a cenare a casa nostra… 😉

Annunci

2 thoughts on “Metti tre uomini Tifosi a cena..

  1. Davvero complimenti Manuela per il lavoro che stai facendo con questo magnifico blog.Testi simpatici, ricette golose ma soprattutto… foto stupende! Davvero, hai un particolare gusto con illuminazione, composizione, angolazione e sfocatura di campo. Spettacolari e piene di colori! Continua così! Un abbraccio! Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...