La torta della Nonna

Domenica è stata la prima vera giornata dove anche noi milanesi, abbiamo finalmente gustato il primo assaggio di questa prossima estate che DEVE arrivare !

Un clima alquanto mite accompagnato da una leggera e piacevole brezza ha caratterizzato inoltre la mia prima grigliata in compagnia della mia famiglia, riunita a quella del mio fidanzato.

Non è mancato nulla, è stata una grigliata perfetta sotto tutti i punti di vista. Freschi e dissetanti aperitivi accompagnati da bruschettine con salumi vari, noccioline e patatine e formaggi sono state le entrèes del pranzo, gustate mentre prendeva vita la carbonella, abilmente alimentata e tenuta sotto stretto controllo da un cuoco per eccellenza come Bruno, il papà del mio moroso.

Mamma Tiziana si è preoccupata di preparare un’amorevole ed invitante tavola imbandita nel giardino della loro accogliente casetta di campagna.Ha inoltre preparato un bellissimo pinzimonio, peperoni, zucchine e melanzane grigliate. Ciotoline di sottaceti qua e la e vino rosso di ottima qualità facevano da contorno per tutto quello che sarebbe stato un magnifico pranzo “in” famiglia.

Mentre si avvicinava l’ora della pappa, ecco che Bruno inizia il lavoro più faticoso di questa giornata.. la cottura della carne !

Non è la prima volta che partecipo ad un barbecue ma tutte le volte, rimango stupita di quanta attenzione ci voglia nel grigliare.. uno pensa di mettere su un fuocherello, una griglia, butti su la carne, cuoci un pò di li, un pò poi la giri e tac.. via, pronto per essere mangiato.. la verità in effetti, non è proprio così.. perchè devi capire quando veramente la carne è cotta al punto giusto.. senza rischiare di bruciarla, tantomeno di portarla poi in tavola ancora cruda dentro.. insomma.. grigliare dà il suo bel da fare.. e Bruno per l’appunto, ha dimostrato di essere decisamente un ottimo cuoco in questo !!

E così, mentre il profumo della brace stuzzicava l’appetito tra i presenti, tra una costina di maiale, una salamella, un polletto ruspante, e costate a non finire, le pance di tutti si son riempite in men che non si dica !

Mmmmh.. i piaceri della tavola…

E per una volta, io non ho cucinato nulla.. o meglio.. non ho partecipato al pranzo di per se.. ma secondo voi.. poteva la Manu non portare in tavola nulla ???

Assolutamente no !! Pur sapendo che dei dolci ci sarebbero già stati ( dei favolosi pasticcini alla crema e con pezzi di frutta erano stati portati da una coppia di amici), la sera prima non son riuscita a stare con le mani in mano e così, ho deciso di dare anche io il mio contributo alla grigliata in famiglia.

Volevo portare qualcosa di semplice, un dolce non troppo elaborato perchè immaginavo che dopo tutto quel ben di Dio, posto per una fetta di torta non ce ne sarebbe stato.. ma al tempo stesso, volevo preparare qualcosa mai cucinato prima, un dolce che ben si sposasse con il tema in questione.. e così, nella mia libreria culinaria, eccomi sfogliare un libro dal titolo “Le ricette della Nonna” edito da Mondadori pag. 158  http://www.ibs.it/code/9788837077419/ricette-della-nonna.html .

Ecco la mia ricetta : “Crostata alla crema di limone” . Ho pensato : ” Perfetta!” . Del resto, una domenica in famiglia, in una casetta in campagna, grigliata all’aria aperta.. la crostata credo sia il dolce che più mi rappresenta questo quadretto.. non trovate ?

Ammetto di aver tremato una volta sfornata la torta.. nella velocità della preparazione, mi ero dimenticata di assaggiarla (la crema.. l’impasto della frolla sapevo fosse buono in quanto il mio fidanzato me ne ha rubato una certa quantità mentre ero distratta….!!!)… così una volta sfornata, non sapevo se la crema avesse il buon sapore di limone o fosse troppo aspra.. con uno stuzzicadenti ho tentato di riuscire a sentirne il sapore ma ahimè.. quel che sentivo non era affatto un buon sapore anzi… tutt’altro !!! ..magari però è perchè la crema è ancora calda e deve riposare e solidificarsi prima di essere gustata..può essere ?!?! Ma non lo so !!!! E adesso ?!!? Che faccio !?!? Il problema era.. la porto o non la porto ??!!?! E se poi non mi è riuscita ?? Certo che anche io sono proprio furba come una volpe.. in casa non avevo più farina, era troppo tardi per uscire a comprarla e farne una nuova.. quanto mai mi son messa a “sperimentare” un dolce mai preparato proprio per un’occasione così !!! Che testa che sono…

Alla fine però, dopo una lunga notte insonne 🙂 ho deciso di rischiare e portare anche io il mio contributo al pranzo.

E amici miei, è con mio grande piacere che.. si.. anche questa volta ce l’ho fatta… la torta è stata un successone e, per quanto fossimo tutti stra pieni come uova, ognuno ha gustato la sua modesta fetta.. yuppi !!! Evviva !!!

Ho sempre voluto provare a fare questa torta, le uniche volte che avevo mangiato la torta al limone era quando da piccola, compravamo quelle confezionate.. mmh che delizia era fare colazione o merenda con la torta al limone !

Poi mi è ricapitato di assaggiarne una veramente TOP anni fa all’aereoporto di New York, da Starbucks..un plumcake al limone, senza crema ma con un sapore squisito.. http://www.starbucks.com/menu/food/bakery/iced-lemon-pound-cake?foodZone=9999 ma da allora, non ho più sperimentato torte o dolci al limone.

Ora però , posso dire di aver trovato anche io una facile e abbastanza veloce ricetta di crostata con crema al limone da proporre anche a tutti voi.

Ingredienti :

400 gr farina bianca

2 uova

180 gr zucchero bianco

100 gr burro

1/2 bustina di lievito

!72 bacello di vaniglia

per la crema

3 limoni non trattati

50 gr burro

40 gr farina bianca

1/2 litro di latte

80 gr zucchero bianco

Procedimento :

In un mixer, versare la farina con le uova e iniziare a mescolare. Unire lo zucchero ed il burro ammorbidito, il lievito e i semi del bacello di vaniglia.

Quando l’impasto sarà abbastanza omogeneo, lo togliamo dal mixer e continuiamo a lavorarlo sul piano di lavoro finchè non sarà del tutto liscio e compatto.

Mettiamolo da parte coperto da un canovaccio umido per circa 30 minuti.

Nel frattempo, lavare i limoni, grattugiare la scorza e metterla da parte.

Spremere il succo dei limoni  ed eliminare eventuali semi o polpa.

In un pentolino far sciogliere il burro a fuoco lento, aggiungere quindi la farina amalgamando velocemente per evitare che si formino grumi.

Versare un pò per volta il succo dei limoni, la scorza grattuggiata, il latte e lo zucchero, continuando a mescolare.

Portare a ebollizione  e cuocere per altri 2 minuti circa, sempre mescolando.

Ora, riprendiamo la pasta frolla, la lavoriamo un pò e la stendiamo non troppo sottile con il mattarello dandogli la giusta grandezza della teglia che avremo preparato imburrata ed infarinata.

Una teglia di 28 cm di diametro sarebbe l’ideale.

Ricoprire la teglia con la frolla,bucherellando il fondo e  lasciando un pò di pasta da parte per le striscioline decorative finali.

Versiamo la crema e con la pasta messa da parte, decoriamo facendo delle striscioline, classiche per le crostate, creando una rete.

Infornate a 180 gradi per 40 minuti circa, sfornare e ricoprire con zucchero a velo a piacere.

foto-1x fotox

Le foto le ho fatte con il mio smartphone.. non sono ottimissima qualità ma comunque dovrebbero rendere ugualmente l’idea !

Baci a tutti !!

Alla prossima ricetta !!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...